Archivio mensile:aprile 2014

Dieta a Zona Gratis

Dieta a Zona Giornaliera

Seguire la Dieta a Zona Giornaliera significa osservare cinque facili regole:

1 – Nella Dieta a Zona Giornaliera si devono suddividere gli alimenti in tre pasti principali e in due o tre spuntini;

2 – Nella Dieta a Zona Giornaliera non devono trascorrere più di cinque ore tra un pasto e l’altro;

3 – Nella Dieta a Zona Giornaliera in ogni pasto e spuntino, si devono assumere carboidrati, proteine e grassi secondo le proporzioni 40-30-30 ossia 40% delle calorie sotto forma di carboidrati, 30% sottoforma di proteine e 30% sottoforma di grassi;

4 – Nella Dieta a Zona Giornaliera in ogni pasto non si deve eccedere con le quantità delle porzioni;

5 – Nella Dieta a Zona Giornaliera devi mangiare molta verdura (tranne patate, barbabietole e carote cotte) e una buona quantità di frutta (tranne banane, fichi e cachi), preferendo questa scelta ai carboidrati di rapida assimilazione (patate, riso, pane, dolci, zucchero, bevande dolci eccetera).

Dieta a zona di berry sears, dieta a zona esempio blocchi, dieta a zona effetti collaterali, Dieta a Zona Personalizzata Gratis, Dieta a Zona Giornaliera

Questo è quello che puoi mangiare in una giornata di dieta ipocalorica con carboidrati sfarevoli… Come vedi “la fame” :) Inizia anche tu la Dieta a Zona 40-30-30 di Berry Sears

Dieta a Zona Personalizzata Gratis

Avere una Dieta Zona Personalizzata Gratis è semplice grazie a questo blog.

Ti voglio dare dei consigli per capire sempre di più il meccanismo di questo stile di vita Dieta a Zona.

-       Nella Dieta a Zona 40:30:30 è bene condire con olio extravergine d’oliva

-       Creare la tua Dieta a Zona personalizzata gratis è semplice e non preoccuparti se all’inizio sbagli o trasgredisci perché i benefici non li perdi, ma è importante ricominciare a mangiare secondo la Dieta a Zona dal pasto o dallo spuntino successivo.

-       Come in ogni dieta anche nella Dieta a Zona devi bere molta acqua durante la giornata (almeno 2 litri in totale): è buona abitudine e serve a garantire il tuo benessere fisiologico.

-       L’uso del caffè và limitato (almeno in parte, bevi piuttosto il decaffeinato o il caffè d’orzo);

-       Devi fare attività fisica regolarmente, tenendo conto che non tutti i tipi di attività sono uguali: notevolmente più efficaci sono le attività di tipo aerobico, quelle, insomma ad intensità costante e protratte, come camminare a buon passo, pedalare, correre, nuotare e così via;

-       Nella Dieta a Zona 40:30:30 di Berry Sears è bene assumere con regolarità la quota giornaliera di EnerZona Omega 3 RX (che puoi acquistare nel mio negozio ad un prezzo scontatissimo CLICCA QUI )

COMPRA ENERZONA OMEGA 3 RX 240PERLE ONLINE

 

Dieta a Zona Effetti Collaterali

Ad oggi non ci sono controindicazioni e nemmeno effetti collaterali nel seguire la Dieta a Zona

La Dieta a Zona 40:30:30 è una strategia alimentare ideata dal ricercatore statunitense Barry Sears, consente al tuo organismo di funzionare al meglio delle sue possibilità. La Dieta a Zona è una strategia che regala energia, lucidità, efficienza fisica e mentale: tutte condizioni che possono essere compromesse da un’alimentazione sbagliata. Seguire la Dieta a Zona vuol dire mangiare correttamente sentendosi in forma e sazi ed è gratis, non ti costa nulla di più devi solo conoscere il suo funzionamento e in questo mio blog capirai come iniziarla…

L’alimentazione è un tema sul quale oggi si discute molto. I problemi nutrizionali nascono da un consumo di alimenti spesso indiscriminato ed eccessivo, oppure dall’abitudine di preferire quasi quotidianamente cibi che fanno parte di una cultura alimentare antiquata, non allineata alle recenti conoscenze e alle effettive necessità.

 

Dieta a Zona esempio Blocchi

Come stabilire la quantità di Carboidrati, di Proteine e di Grassi di un pasto nella Dieta a Zona?

Ecco l’esempio dei Blocchi nella Dieta a Zona e che cosa sono..

Per facilitare la corretta associazione dei cibi in ciascun pasto e la loro giusta quantità, la Dieta a Zona propone due semplici metodi.

-       Il metodo dei Blocchi

-       Il metodo “a occhio”

In questo articolo ti parlerò del metodo più preciso che utilizza come unita di misura il Blocco che, come già detto, è composto da 9gr di carboidrati (o miniblocco di carboidrati) 7gr di proteine (o miniblocco di proteine) e 3gr di grassi (o miniblocco di grassi).

Un miniblocco di CARBOIDRATI nella Dieta a Zona = 9 grammi di carboidrati, per esempio, è pari a :

FRUTTA : circa 100grammi di Kiwi, arancie, ciliegie, melone, pere o pesche; 130gr di albicocche.

VERDURA : 200grammi di asparagi, cavolo, peperoni o pomodori; 300gr di broccoli o di melanzane; quantità anche superiori di carciofi, fagiolini, finocchi, lattuga, sedano, zucchine;

PANE E DERIVATI : in questo caso si scende molto di grammatura, ad esempio un miniblocco di pane è pari a 15grammi (20gr se è integrale), a 12gr di pasta o di riso (peso secco)a 10gr di cracker, grissini o fette biscottate…Insomma non mangi niente ecco perché sono considerati “carboidrati sfavorevoli

Un miniblocco di PROTEINE nella Dieta a Zona = 7 grammi di proteine, per esempio, è pari a :

CARNE e DERIVATI : 35grammi di vitello o di manzo (tagli magri), 30grammi di petto di pollo, 30grammi di prosciutto cotto sgrassato o 20grammi di bresaola;

PESCE : 40g di branzino, 30 grammi di tonno sgocciolato, di merluzzo o di sogliola, 50g di gamberetti o di trota o 45grammi di pesce spada;

FORMAGGI: 80grammi di ricotta vaccina, 20 grammi di grana, 35grammi di mozzarella o 40grammi di stracchino.

Un miniblocco di GRASSI nella Dieta a Zona = 3 grammi di grassi, per esempio, è pari a : 1,5gr di olio extravergine di oliva, a 3 olive o a 3 mandorle o a 3 nocciole.

termini ricercati dagli utenti: