Archivio tag: Dieta a Zona Effetti Collaterali

La Dieta a Zona paleolitica esiste? Certo e si chiama PaleoZona!

La Dieta a Zona paleolitica esiste? Certo e si chiama PaleoZona!

TEMPO DI LETTURA : 59 secondi

Si la Dieta a Zona in versione paleo esiste e si chiama PaleoZona, il rapporto dei nutrienti è lo stesso ma si utlizzano solo alimenti che possono assomigliare il più possibile a quelli usati dai nostri antenati.

Dieta a zona paleo zona

La dieta a zona paleolitica si chiama PaleoZona

Di certo molti di noi non mangieranno insetti, larvi e carcasse di animali appena uccisi ma si cerca il più possibile di mangiare Carne, Pesce, uova, Frutta e verdura evitando tutti gli alimenti che contengono cereali e cereali lavorati, latte e tutti i derivati del latte.

La Dieta a Zona e quindi la PaleoZona è secondo il mio parere la migliore dieta che un essere umano può fare, la dieta a zona di suo fornisce il rapporto ottimale di alimenti, creando un carburante molto potente capace di far dimagrire, migliorare il tono muscolare, supportare gli impegni di qualunque persona vivente e al tempo stesso migliora lo stato di salute.

La dieta a zona grazie al suo rapporto miracoloso, resetta l’organismo e fà funzionare gli ormoni secondo la loro “impostazione di fabbrica”.

Regolando l’equilibrio di importanti ormoni quali per esempio l’insulina e cortisolo (ormoni che ci fanno ingrassare), Testosterone e GH (ormoni che ci fanno dimagrire) la Dieta a Zona permette di dimagrire (fissando i risultati) migliorando il tono muscolare e la salute.

Leggi l’articolo che ho scritto sull’azione dell’Omega 3RX Enerzona. CLICCA QUI

Acquista il mio ebook “Come Avere un Fisico Perfetto” Compresi nei bonus anche il Video “Come Si Mangia” #comesimangia di 55 minuti dove ti parlo della Dieta a Zona in versione Paleo PALEOZONA. GUARDA IL VIDEO BREVE DI 5 MINUTI (IN ALTO A DESTRA)

 

Dieta a Zona 40:30:30

Dieta da Zona 40:30:30

L’equilibrio Ormonale è il primo obbiettivo della Dieta a Zona!

La Dieta a Zona nasce dal principio che esiste un legame tra alimentazione e ormoni.

L’obbiettivo è di mantenere entro una “zona” ottimale i valori di specifici ormoni (soprattutto insulina e glucagone).

Questo Equilibrio nella Dieta a Zona permette di raggiungere diversi benefici:

-       Eliminare gli “attacchi di fame”

-       Conservare ai massimi livelli per tutta la giornata le prestazioni fisiche e mentali

-       Perdere i chili di troppo, mantenendo alto il tono muscolare.

-       Diminuire i livelli di infiammazione, fonte di possibili malattie.

Uno degli ormoni più importanti su cui agisce la strategia alimentare Zona è L’insulina.

Ti parlerò d’insulina in un prossimo articolo…

 

Dieta a zona svantaggi, dieta a zona 40:30:30 di Berry Sears fà dimagrire, Dieta Dukan, Dieta Mediterranea

La Dieta a Zona 40:30:30 non ha svantaggi. L’equilibrio ormonale per Berry Sears è la base per il benessere fisiologico.

Dieta Dukan

Avrai sentito parlare della Dieta Dukan?

Non c’entra niente con la Dieta a Zona ma volevo spiegarti un po’ la differenza e perché la dieta a Zona possono farla tutti senza problemi anche se consiglio sempre il parere del tuo medico ;)

Nella Dieta Dukan esistono 4 fasi di cui 2 (d’attacco).

Queste due fasi prevedono parecchi giorni (non me ne voglia il Dottor Dukan, adoro la sua dieta) di sole proteine e sole proteine con verdure a giorni alterni.
Questa dieta  Dukan non tutti possono farla, questo perché la maggiorparte della gente mangia male e sottopone il proprio organismo a particolari stress.

Stress perché una continua alimentazione basata sui cereali provocherà un aumento di ormone insulina per non parlare del colesterolo che si alza facendo un’alimentazione poco sana.

Per fare la dieta Dukan è d’obbligo consultare il medico.

 

Dieta Mediterranea

Arriviamo alla dieta Mediterranea!!! :D mi scappa da ridere!!!

Sai perché rido?

Perché tutti pensano che la dieta mediterranea sia basata sul consumo di cereali…”cereali” questa parola che solo a sentirla porta benessere!!! Hahahaha

Scusa se rido ma non resisto ;)

Insomma lo sapevi che i cereali nella dieta mediterranea dovrebbe essere integrali e non raffinati? Lo sapevi?

Lo sapevi che la dieta mediterranea non la fa quasi nessuno in Italia?

Insomma pochi conoscono realmente la dieta mediterranea e t’invito a studiarla, magari non è il tuo caso e ti chiedo scusa…

Comunque visto che non è il blog della Dieta Mediterranea, cambio discorso e torniamo alla Dieta a Zona parlando degli svantaggi..

 

Dieta a Zona Svantaggi, Dieta a Zona funziona, Dieta a Zona gratis

Esistono Milioni di Diete ma la Dieta a Zona è quella più riconosciuta in campo medico e scentifico proprio per il suo equilibrio che garantisce un benessere costante e un miglioramento dell’uomre.

Dieta a Zona Svantaggi

E tu ci credi? :D

Come può la Dieta a Zona dare svantaggi?

L’obbiettivo della Dieta a Zona è quello di promuovere la produzione di Eicosanoidi Buoni e reprimere gli Eicosanoidi cattivi, questo comporta un miglioramento delle funzioni nel tuo organismo.

Già regolando l’ormone “Insulina” vai a guadagnarne in salute…leggi gli altri articoli dove ti parlerò dell’insulina…

Insomma se decidi di fare la Dieta a Zona devi incominciare a ragionare ormonalmente e non caloricamente. Ciò significa che l’effetto ormonale di una caloria di carboidrati e differente dall’effetto ormonale di una caloria di proteine o di una caloria di grassi.

Devi capire che la Fisiologia Umana è una complessa interazione di queste risposte ormonali.

Nella Dieta a Zona però devi stare attendo a quali cibi utilizzi, per esempio con i grassi devi sapere che esistono i favorevoli e gli sfavorevoli.

Devi utilizzare Olio d’oliva, avocado.

Nella Dieta a Zona non devi utilizzare : il tuorlo d’uovo, frattaglie della carne rossa grassa.

Nella Dieta a Zona non devi utilizzare Latte intero e neanche formaggi preparati con latte intero.

Nella Dieta a Zona non devi utilizzare Grassi Transgenici che derivano dalla lavorazione industriale, li trovi degli oli vegetali idrogenati e nella margarina.

Dieta a Zona Personalizzata Gratis

Alimentazione dell’anziano

La Dieta a Zona si diffonde, si evolve, e pur restando fedele a se stessa suggerisce nuove preziose indicazioni a chi vuole dimagrire, combattere l’invecchiamento e restare in salute.

Diventa quindi necessaria per l’anziano sistemare la sua alimentazione…

Le ultime ricerche scientifiche, oltre a confermare la validità di questa strategia alimentare seguita da milioni di persone, ci dicono che gran parte del benessere che offre è dovuto ai POLIFENOLI (Che cosa sono i polifenoli ? Clicca qui)

Contenuti in verdura e frutta – I CARBOIDRATI COLORATI – che la Dieta a Zona predilige, hanno un’importantissima funzione protettiva nei confronti del nostro intestino, del tuo intestino..

Quindi se sei anziano e vuoi “vivere da leone” chiedi al tuo medico di poter fare un’alimentazione a zona e utilizza ENERZONA OMEGA 3 RX e ENERZONA MAQUI (questi due integratori ti garantiranno benessere perché eliminerai l’infiammazione silente e aiuteranno il tuo organismo a lottare contro  le “forze del male” ;)

 

Dieta Giusta

Al contrario di quanto qualcuno vuol farti credere, non esistono ricette magiche nel campo della nutrizione. L’eliminazione di una categoria di alimenti (come i grassi o i carboidrati) dalla dieta, o l’aggiunta di un integratore hanno un effetto a lungo termine trascurabile, se non addirittura inesistente, sulla riduzione dell’infiammazione cellulare: ciò è dovuto  al fatto che le sue basi molecolari sono estremamente complesse.

Le sostanze nutritive presenti nella Dieta Giusta possono, tuttavia, generare una potente “sinfonia” di risposte ormonali e genetiche diverse: ecco perché è necessario attaccare l’infiammazione da molte angolazioni diverse, ognuna a un certo livello di intervento alimentare terapeutico. Questi sono i principi fondamentali della Dieta a Zona.

 

Dieta a zona Personalizzata Gratis, Dieta Giusta, Fare una dieta equilibrata, Miglior Dieta per Dimagrire, alimentazione dell'anziano

La dieta a Zona è una strategia alimentare che fà perdere peso, blocca l’invecchiamento psicofisico e ci fà sentire pieni di energia e lucidità.

Fare una Dieta equilibrata

Se pensi all’infiammazione cellulare come a una forma di cancro, ti rendi conto di quanto sia insidiosa. Lo scopo fondamentale della Dieta a Zona e quindi di questa dieta equilibrata, è mantenere gli ormoni infiammatori generati dalla dieta entro una zona terapeutica, a un livello né troppo alto né troppo basso.

Un certo grado di infiammazione cellulare è necessario per riuscire a combattere infezioni o per cicatrizzare ferite. Se è troppo basso, siete un bersaglio facile in caso di attacco di virus o batteri, e un’eventuale lesione non cicatrizza mai. Se l’infiammazione cellulare, invece, è eccessiva, il corpo inizia ad attaccare se stesso.

Bisogna dunque mantenerla all’interno di una “zona”. Se riesci a tenere sotto controllo gli ormoni infiammatori fra un pasto e l’altro della tua dieta Equilibrata Zona, il corpo risponderà naturalmente al miglior equilibrio ormonale con la perdita di grasso corporeo in eccesso, una migliore salute e un rallentamento del processo di invecchiamento.

 

Miglior Dieta Per Dimagrire

Ognuno degli elementi  della Dieta a Zona agisce a un diverso livello.

Questa strategia alimentare mantiene in equilibrio gli ormoni che controllano la glicemia e di conseguenza, l’infiammazione cellulare.

Per questo motivo “la Dieta a Zona” è sempre la base da seguire per avere risultati positivi a lungo termine e finalmente dimagrire bene!!!

Un giusto apporto di proteine a ogni pasto permette di tenere a bada la fame.

Dal punto di vista biochimico si tratta di un fenomeno complesso, è necessaria una certa quantità di proteine per stimolare, sia nel sangue sia nell’intestino, la produzione di ormoni in grado di inviare al cervello i giusti segnali che ci danno il senso di sazietà e che ci fanno smettere di mangiare. Tuttavia, bisogna che la quantità di proteine sia bilanciata dalla quota di carboidrati necessari a una funzionalità cerebrale ottimale. Se in un pasto assumi troppi carboidrati, aumenta l’ormone insulina che ti fa ingrassare e rimanere grasso, oltre che accelerare il processo di invecchiamento, se i carboidrati sono pochi il cervello farà trasformare dal cortisolo i muscoli in energia con un conseguente aumento dello stress che non ti farà ingrassare ma ti farà invecchiare sempre velocemente.

La Dieta a Zona permette di avere il giusto compromesso ormonale grazie al rapporto 40:30:30.

Invecchiamento Cellulare Precoce Sintomi

La Dieta a Zona è in continua evoluzione. Questo tipo di alimentazione ha un enorme potenziale per mantenere all’interno di una zona terapeutica, a un livello né troppo alto né troppo basso, gli ormoni generati dalle combinazioni dei vari cibi durante il pasto.

L’influenza della dieta a zona sulla salute si conferma ogni giorno grazie alle nuove conquiste nel campo della biologia molecolare, che dimostrano come tali ormoni siano in grado di alterare l’espressione dei geni. La Dieta a Zona può essere considerata una forma di terapia genica.

Le nozioni scientifiche riguardanti la biologia molecolare e la genetica sono complesse, l’importante è che tu sia disposto a capire gli effetti di un pasto sulla produzione ormonale e a mettere in pratica alcune fondamentali regole alimentari rimaste immutate per decine di migliaia di anni nel corso dell’evoluzione umana, e che non muteranno molto velocemente.

Perché ingrassiamo e invecchiamo più rapidamente di altri?

La risposta a questa domanda sta nell’interazione fra la tua alimentazione e i geni. Quest’ultimi non si possono modificare, ma se ne può cambiare l’espressione.

Per iniziare a perdere peso e a rallentare il processo di invecchiamento devi partire dall’infiammazione.

L’infiammazione di cui ti parlo è insidiosa e pericolosa, resta sotto la soglia del tuo dolore e di conseguenza non la curi.

Il risultato di questa infiammazione cellulare è un danno all’organismo che si manifesta anche dopo molti anni.

Quando l’infiammazione aumenta il tuo corpo è come se prendesse fuoco e si ammala.

Quando le cellule adipose “vanno a fuoco” si ingrassa, se capita a quelle del cuore si ha una cardiopatia, se sono interessate le cellule del pancreas il diabete, un tumore se sono quelle del sistema immunitario, alzheimer se sono quelle del cervello. Se non cominci ad estinguere questi incendi invecchierai più rapidamente e non dimagrirai.

 

Invecchiamento precoce sintomi, invecchiamento cellulare, genetica dell invecchiamento, malattie dell invecchiamento, invecchiamento cellulare cause, invecchiamento tessuti

Se vuoi dimagrire e rallentare il processo di invecchiamento, la Dieta a Zona diventa il TUO farmaco di prima scelta. Essa riduce la probabilitàdi contrarre malattie croniche permettendoti di vivere più a lungo, più magro e più giovane.

Come disse Ippocrate nel 400 a.c. “Che il cibo sia la tua medicina, la medicina il tuo cibo”

L’infiammazione cellulare ha iniziato a essere un grave problema quarant’anni fa, quando si è diffusa la globalizzazione della tecnologia alimentare. I benefici del cibo a basso prezzo hanno aperto il vaso di pandora dell’infiammazione cellulare, e solo ora si comincia a capire le conseguenze.

 

Per eliminare l’infiammazione leggi questo mio articolo e non dimenticare di condividere ai tuoi amici ;) CLICCA QUI

 

I cambiamenti più importanti comparsi nell’industria alimentare quarant’anni fa sono stati :

-       aumento del consumo di acidi grassi omega 6

-       aumento del consumo di carboidrati raffinati

-       diminuzione del consumo di acidi grassi omega 3 (Clicca qui per acquistarlo)

-       diminuzione del consumo di polifenoli

Gli omega 6 sono la fonte di calorie meno costosa e stanno assumendo sempre più importanza in molti tipi di alimentazione (specialmente in quella americana).

Gli acidi grassi omega 6 sono i costituenti fondamentali degli ormoni che aumentano l’infiammazione cellulare. (combattila ora clicca qui)

I carboidrati raffinati sono il secondo problema e insieme (omega 6 e insulina prodotta dai carboidrati raffinati che hanno un altissima concentrazione di zuccheri) sono una bomba pronta ad esplodere…L’insulina è come un fiammifero acceso vicino ad una tanica di benzina (questo in una situazione di infiammazione cellulare)

Per eliminare l’infiammazione leggi questo mio articolo e non dimenticare di condividere ai tuoi amici ;) CLICCA QUI

Questo mio blog ti permetterà di prendere in esame questo strettissimo rapporto che esiste fra la tua alimentazione e i tuoi geni.

Questo come tutti i miei articoli presenti in questo Blog non intendono sostituirsi al parere del medio o al vostro specialista. Chi è ammalato, o sospetta di esserlo, dovrebbe farsi visitare.

Chi sta assumendo farmaci regolarmente prescritti non modifichi mai la sua dieta (buona o cattiva che sia) senza prima consultare un medico, poiché qualsiasi variazione dietetica può modificare il metabolismo dei farmaci che assume.

La medicina moderna, per quanto potente, è un misero sostituto della prevenzione, che rimane il miglior rimedio, ma può realizzarsi solo a livello individuale e con una corretta nutrizione, pilastro di uno stile di vita salutare.

Buona lettura e condividi ;)

www.ladietaazona.com

Dieta a Zona Gratis

Dieta a Zona Giornaliera

Seguire la Dieta a Zona Giornaliera significa osservare cinque facili regole:

1 – Nella Dieta a Zona Giornaliera si devono suddividere gli alimenti in tre pasti principali e in due o tre spuntini;

2 – Nella Dieta a Zona Giornaliera non devono trascorrere più di cinque ore tra un pasto e l’altro;

3 – Nella Dieta a Zona Giornaliera in ogni pasto e spuntino, si devono assumere carboidrati, proteine e grassi secondo le proporzioni 40-30-30 ossia 40% delle calorie sotto forma di carboidrati, 30% sottoforma di proteine e 30% sottoforma di grassi;

4 – Nella Dieta a Zona Giornaliera in ogni pasto non si deve eccedere con le quantità delle porzioni;

5 – Nella Dieta a Zona Giornaliera devi mangiare molta verdura (tranne patate, barbabietole e carote cotte) e una buona quantità di frutta (tranne banane, fichi e cachi), preferendo questa scelta ai carboidrati di rapida assimilazione (patate, riso, pane, dolci, zucchero, bevande dolci eccetera).

Dieta a zona di berry sears, dieta a zona esempio blocchi, dieta a zona effetti collaterali, Dieta a Zona Personalizzata Gratis, Dieta a Zona Giornaliera

Questo è quello che puoi mangiare in una giornata di dieta ipocalorica con carboidrati sfarevoli… Come vedi “la fame” :) Inizia anche tu la Dieta a Zona 40-30-30 di Berry Sears

Dieta a Zona Personalizzata Gratis

Avere una Dieta Zona Personalizzata Gratis è semplice grazie a questo blog.

Ti voglio dare dei consigli per capire sempre di più il meccanismo di questo stile di vita Dieta a Zona.

-       Nella Dieta a Zona 40:30:30 è bene condire con olio extravergine d’oliva

-       Creare la tua Dieta a Zona personalizzata gratis è semplice e non preoccuparti se all’inizio sbagli o trasgredisci perché i benefici non li perdi, ma è importante ricominciare a mangiare secondo la Dieta a Zona dal pasto o dallo spuntino successivo.

-       Come in ogni dieta anche nella Dieta a Zona devi bere molta acqua durante la giornata (almeno 2 litri in totale): è buona abitudine e serve a garantire il tuo benessere fisiologico.

-       L’uso del caffè và limitato (almeno in parte, bevi piuttosto il decaffeinato o il caffè d’orzo);

-       Devi fare attività fisica regolarmente, tenendo conto che non tutti i tipi di attività sono uguali: notevolmente più efficaci sono le attività di tipo aerobico, quelle, insomma ad intensità costante e protratte, come camminare a buon passo, pedalare, correre, nuotare e così via;

-       Nella Dieta a Zona 40:30:30 di Berry Sears è bene assumere con regolarità la quota giornaliera di EnerZona Omega 3 RX (che puoi acquistare nel mio negozio ad un prezzo scontatissimo CLICCA QUI )

COMPRA ENERZONA OMEGA 3 RX 240PERLE ONLINE

 

Dieta a Zona Effetti Collaterali

Ad oggi non ci sono controindicazioni e nemmeno effetti collaterali nel seguire la Dieta a Zona

La Dieta a Zona 40:30:30 è una strategia alimentare ideata dal ricercatore statunitense Barry Sears, consente al tuo organismo di funzionare al meglio delle sue possibilità. La Dieta a Zona è una strategia che regala energia, lucidità, efficienza fisica e mentale: tutte condizioni che possono essere compromesse da un’alimentazione sbagliata. Seguire la Dieta a Zona vuol dire mangiare correttamente sentendosi in forma e sazi ed è gratis, non ti costa nulla di più devi solo conoscere il suo funzionamento e in questo mio blog capirai come iniziarla…

L’alimentazione è un tema sul quale oggi si discute molto. I problemi nutrizionali nascono da un consumo di alimenti spesso indiscriminato ed eccessivo, oppure dall’abitudine di preferire quasi quotidianamente cibi che fanno parte di una cultura alimentare antiquata, non allineata alle recenti conoscenze e alle effettive necessità.

 

Dieta a Zona esempio Blocchi

Come stabilire la quantità di Carboidrati, di Proteine e di Grassi di un pasto nella Dieta a Zona?

Ecco l’esempio dei Blocchi nella Dieta a Zona e che cosa sono..

Per facilitare la corretta associazione dei cibi in ciascun pasto e la loro giusta quantità, la Dieta a Zona propone due semplici metodi.

-       Il metodo dei Blocchi

-       Il metodo “a occhio”

In questo articolo ti parlerò del metodo più preciso che utilizza come unita di misura il Blocco che, come già detto, è composto da 9gr di carboidrati (o miniblocco di carboidrati) 7gr di proteine (o miniblocco di proteine) e 3gr di grassi (o miniblocco di grassi).

Un miniblocco di CARBOIDRATI nella Dieta a Zona = 9 grammi di carboidrati, per esempio, è pari a :

FRUTTA : circa 100grammi di Kiwi, arancie, ciliegie, melone, pere o pesche; 130gr di albicocche.

VERDURA : 200grammi di asparagi, cavolo, peperoni o pomodori; 300gr di broccoli o di melanzane; quantità anche superiori di carciofi, fagiolini, finocchi, lattuga, sedano, zucchine;

PANE E DERIVATI : in questo caso si scende molto di grammatura, ad esempio un miniblocco di pane è pari a 15grammi (20gr se è integrale), a 12gr di pasta o di riso (peso secco)a 10gr di cracker, grissini o fette biscottate…Insomma non mangi niente ecco perché sono considerati “carboidrati sfavorevoli

Un miniblocco di PROTEINE nella Dieta a Zona = 7 grammi di proteine, per esempio, è pari a :

CARNE e DERIVATI : 35grammi di vitello o di manzo (tagli magri), 30grammi di petto di pollo, 30grammi di prosciutto cotto sgrassato o 20grammi di bresaola;

PESCE : 40g di branzino, 30 grammi di tonno sgocciolato, di merluzzo o di sogliola, 50g di gamberetti o di trota o 45grammi di pesce spada;

FORMAGGI: 80grammi di ricotta vaccina, 20 grammi di grana, 35grammi di mozzarella o 40grammi di stracchino.

Un miniblocco di GRASSI nella Dieta a Zona = 3 grammi di grassi, per esempio, è pari a : 1,5gr di olio extravergine di oliva, a 3 olive o a 3 mandorle o a 3 nocciole.

termini ricercati dagli utenti:

Dieta Zona Dimagrire Mangiando

Dieta a Zona Opinioni

Le opinioni sulla Dieta a Zona?

Ti posso dire che la dieta a Zona è l’unica “non dieta” inattaccabile grazie a tutti gli studi e le ricerche fatte da quando Berry Sears l’ha ideata.

La Dieta a Zona è supportata e apprezzata da medici che da tanti anni contribuiscono al benessere delle persone attraverso questa strategia alimentare Dieta A Zona  e consigliando ENERZONA Omega 3 RX e antiossidanti del MAQUI ENERZONA

 

Dieta a Zona Benefici

I benefici della Dieta a Zona sono infiniti!!!

Eliminando l’infiammazione cellulare ovvero quello stato fisiologico di malessere dove l’acido arachidonico (che cos’è clicca qui) e quindi omega 6 AA attivano i recettori “Tool Like” e che a loro volta attiveranno enzimi che infiammeranno l’intero organismo creando di conseguenza malattie…

Non sono un medico quindi informati prima di credere a quello che scrivo ;)

 

Enerzona Maqui, Polifenoli dela Maqui, Antiossidanti potenti

I polifenoli del Maqui sono tra i più potenti antiossidanti per eliminare l’infiammazione cellulare. Acquistalo scontato clicca la foto!

Segreti della Dieta a Zona – Che cos’è l’infiammazione

Esistono due tipi di infiammazione. L’infiammazione classica, che genera una risposta infiammatoria associata a dolore (calor, rubon, tumor, dolor) e termina con la perdita di funzionalità dell’organo. E l’infiammazione cellulare, la cui percezione è al di sotto della soglia del dolore. Questa è la causa scatenante delle malattie croniche, poiché scombussola la rete di segnalazione ormonale in tutto il corpo, provocando aumento di peso e invecchiamento precoce.

La dieta antinfiammatoria si basa sulla capacità di certe sostanze nutritive di ridurre l’attivazione del fattore NF-kB. Per raggiungere questo scopo, le principali strategie nutrizionali sono : La dieta Zona per ridurre l’insulina e consumare meno acidi grassi omega 6.

 

Segreti per la Dieta

Un altro approccio alimentare efficace (e spesso più semplice) è integrare la dieta con dosi adeguate di olio di pesce concentrato ricco di acidi grassi omega 3 come EPA e DHA. (clicca qui per acquistarlo).

Se assunto in dosi abbastanza elevate, si riduce il livello di AA e aumenta quello di EPA. Modificando il rapporto AA/EPA a livello della membrana cellulare, diminuisce la possibilità che si formino Leucotrieni infiammatori che attivano il fattore NF-kB. I Leucotrieni derivati dall’acido arachidonico, infatti, sono proinfiammatori, mentre quelli derivati dall’EPA sono antinfiammatori.

Una maggior assunzione di EPA e DHA attiva il fattore antinfiammatorio di trascrizione del gene PPAR-y, riduce la formazione di ROS e impedisce che gli acidi grassi saturi si leghino al TLR-4. Ciò dimostra il ruolo multifunzionale degli omega 3 nel controllo dell’infiammazione cellulare.

 

Dieta senza Fatica

Un terzo intervento dietetico del programma Dieta a Zona consiste nel consumare quantità adeguate di polifenoli che, a valori elevati, si comportano da potenti antiossidanti e riducono la formazione di specie reattive dell’ossigeno (ROS) generate dalla combinazione di calorie alimentari in energia chimica. Inibiscono, inoltre, l’attivazione del fattore NF-kb, agendo anche da antinfiammatori.

La dieta senza fatica si chiama Dieta a Zona proprio perché con questi due integratori (ENERZONA Omega 3 RX e antiossidanti del MAQUI ENERZONA) elimini l’infiammazione che ti fa ingrassare e che non ti permette di dimagrire. Ovviamente dovrai allontanare gli alimenti che contengono Omega 6 e ti invito a chiedere il parere di un medico esperto in Dieta a Zona.

E’ ovvio che più accorgimenti alimentari metterai in campo e maggior è l’effetto di riduzione dell’infiammazione cellulare.

termini ricercati dagli utenti:

Acidi Grassi Omega-3 : I controllori dell’infiammazione

INTEGRATORI OMEGA 3 BENEFICI

Per eliminare l’infiammazione cellulare oltre alla Dieta a Zona devi integrare Omega 3.

Gli ACIDI GRASSI OMEGA 3 sono presenti nel pesce e nell’olio di pesce sotto forma di CAPSULE O OLIO.

Gli ormoni derivati dagli acidi grassi OMEGA 3 sono Anti-infiammatori, mentre quelli derivati dagli acidi grassi OMEGA 6 sono Pro-Infiammatori.

E’ necessario un equilibrio ma dato che gli omega 6 sono una fonte di calorie meno costosa del mondo, attualmente li trovi dappertutto, mentre quarant’anni fa erano poco presenti.

Se seguirai la Dieta a Zona riducerai automaticamente il livello di acidi grassi omega 6. Tuttavia, spesso vi sono imprevisti che richiedono un maggior apporto di omega 3 per diluire la sovrabbondanza di omega 6.

INTEGRATORI OMEGA 3 BENEFICI, omega 3 controindicazioni, Buon Olio di pesce, Policlorobifenili PCB, Dieta mediterranea, omega 3 dove si trovano

Il tuo stato d’infiammazione cellulare dipende da quanto segui o non segui la Dieta a Zona e dagli alimenti che mangi. Il tuo fabbisogno giornaliero di olio di pesce distillato e concentrato ricco di omega 3 è di 2,5gr

OMEGA 3 CONTROINDICAZIONI

Cosa Bisogna cercare in un olio di pesce?

Le prime caratteristiche da considerare sono il sapore e il colore. In Italia vi sono molti assaggiatore di vini, ma pochissimi di olio di pesce (io sono uno di loro), eppure il modo di assaggiare un buon vino è esattamente uguale a quello di un buon olio di pesce:

Sono importanti il sapore e il colore

Si può sempre distinguere un vino cattivo dal sapore, perché le papille gustative sono evolute al punto da essere molto sensibili a eventuali sostanze tossiche e riescono a percepire note stonate come nessuna macchina saprebbe fare.

Per assaggiare un BUON OLIO DI PESCE devi prima di tutto aprire una capsula e metterla in bocca. Se il sapore è disgustoso  (e succede in gran parte dei casi), di solito è segno che l’olio è molto contaminato. Un altro semplice test è quello del colore. Proprio come il vino, che non deve essere torbido, anche l’olio di pesce deve conservare la trasparenza. Se la capsula non è limpida o è ricoperta da una patina opaca, probabilmente l’olio che contiene è contaminato.

I POLICLOROBIFENILI (PCB) sono sostanze che venivano usate nel ventesimo secolo come fluidi dielettrici per trasformatori. La loro produzione fu abolita nel 1977 a causa della loro tossicità, ma troppo tardi per impedire che milioni di chili di PBC fossero scaricati negli oceani. Dato che sono praticamente indistruttibili, si accumulano nella catena alimentare marina.

Come si fa a sapere quanto PCB contiene il tuo integratore di omega 3?

La situazione è peggiorata nel corso degli anni e sempre più aziende non dichiarano la quantità di PCB all’interno dei loro integratori di olio di pesce.

 

Nel prossimo articolo ti parlerò dei “FALSI MITI”

(leggi il mio articolo SULL’INVECCHIAMENTO CELLULARE PRECOCE – CLICCA QUI)

DIETA MEDITERRANEA

La tipica dieta mediterranea (e ora anche quella italiana) è talmente povera di acidi grassi omega 3 e ricca di omega 6, che è necessaria una grande quantità di olio di pesce concentrato e distillato per riequilibrare la situazione, a meno che si riduca l’apporto di omega 6.

Quanto Olio Di Pesce concentrato  e distillato  ricco di omega 3 bisogna consumare?

Per tenere sotto controllo L’INFIAMMAZIONE CELLULARE, dipende da quanto rigorosamente segui la Dieta a Zona. Più controlli l’infiammazione cellulare riducendo l’apporto di omega 6  e di CARBOIDRATI  BIANCHI (pane, pasta, riso, patate), meno olio di pesce concentrato e distillato OMEGA 3 ti serve.

L’italiano medio secondo gli studi necessita di almeno 2,5gr di acidi grassi Omega 3 al giorno, corrispondenti quotidianamente a :

TIENITI FORTE!!! :D

-       3 kg di aragosta

-       1kg di tonno

-       400g di salmone o acciughe

-       4 capsule di acidi grassi omega 3 ultrapurificati come questo Omega 3 RX 240 perle ENERZONA

 

OMEGA 3 DOVE SI TROVANO

Per quanto ti possa piacere il pesce, prendere delle capsule di olio di pesce concentrato e distillato è la soluzione più semplice per mantenere costantemente sotto controllo l’infiammazione cellulare, ma solo se l’olio è concentrato e distillato come questo Omega 3 RX 240 perle ENERZONA.

termini ricercati dagli utenti: