Archivio tag: Dieta a Zona Personalizzata Gratis

Dieta a Zona Gratis Online

Dieta a Zona Menù

Seguendo la dieta a Zona è possibile mangiare bene e con soddisfazione anche quando si vuole dimagrire.

Ecco Il Menù Dieta a Zona giornaliero per una donna che svolge regolare attività fisica e che vuole perdere la massa grassa in eccesso.

 

Colazione : 1 toast con 60g di ripieno tra prosciutto e formaggio, 1 caffè o tè, 8 capsule Enerzona Omega 3 RX

Spuntino : 2 Yogurt bianchi magri da 125g ciascuno

Pranzo : 160gr di salmone, 1 piatto di insalata mista (pomodori, rucola, lattuga) 650g di zucchine stufate, 350g di fragole, 1 minipack di EnerZona Cracker 40-30-30

Spuntino : Tè con 4 frollini EnerZona 40-30-30

Cena : 1 piatto colmo di minestrone di verdure (zucchine, broccoli, cipolle, peperoni, pomodori, erba cipollina, basilico), 1 piatto di insalata (insalata rossa, pomodorini, insalata riccia e lattuga) 1 bicchiere di vino, 200gr di insalata di polpo, 200gr di mirtilli e lamponi.

Spuntino Serale : 250ml di EnerZona Soya Drink 40-30-30

 

Dieta a zona menù, Dieta Dimagrante, massamagra zona, dieta zona e lo sport

Ecco la Dieta a Zona ed il menù del giorno! Fantastico verò? Hai visto quanto puoi mangiare?

Dieta Dimagrante

Con il sapiente bilanciamento dei macronutrienti – carboidrati, proteine e grassi – si aiuta l’organismo a :

-       Funzionare al meglio delle sue possibilità

-       Dimagrire, quando necessario, mantenendo alto il tono muscolare.

La zona Utilizza il cibo con grande attenzione, tenendo conto soprattutto della stimolazione ormonale indotta dagli alimenti.

L’attività fisica e le tecniche di rilassamento (o la meditazione) completano al meglio questo programma, che non si occupa solo di cibo, ma propone un vero e proprio stile di vita.

Uno degli ormoni più importanti su cui agisce la dieta a Zona è l’insulina.

Questo ormone, stimolato dal consumo di carboidrati, ha il compito di regolare i livelli di glucosio (zucchero) nel sangue. Quando il tasso di insulina nel sangue è elevato, l’organismo tende a trasformare in grasso molto di ciò che si mangia, specie se è in eccesso.

Ad Ogni pasto, d’altro lato, il consumo di proteine stimola l’ormone antagonista dell’insulina, il glucagone. Questo ormone consente all’organismo di accedere alle scorte energetiche immagazzinate nel fegato (glicogeno) e soprattutto nel tessuto adiposo (grassi), favorendo così il dimagrimento. In questo modo i grassi diventano fonte di energia.

In conclusione, a tavola il corretto equilibrio tra consumo di carboidrati e di proteine consente di ottenere un equilibrio ormonale tra insulina e glucagone che a sua volta procura uno stato di benessere nel lungo periodo. Ecco perché la Dieta a Zona è anche una Dieta Dimagrante

 

Massamagra Zona

La strategia della Dieta a Zona aumenta la massamagra e si basa su quattro punti fondamentali:

-       Alimentazione: L’appropriata associazione delle calorie provenienti da carboidrati, proteine e grassi (nelle rispettive proporzioni 40:30:30), deve essere mantenuta sempre, nei tre pasti principali (colazione, pranzo, cena) e negli spuntini (almeno due al giorno).

-       L’integrazione: L’uso regolare di Omega-3 RX EnerZona (Acquistalo) (a catena lunga, EPA e DHA). (Acquistalo)

-       Attività fisica: è un importante aiuto per l’equilibrio ormonale. Svolgere una regolare attività fisica di moderata intensità rappresenta un aspetto essenziale di uno stile di vita sano e garantisce notevoli benefici per la salute e per il benessere generale di ogni individuo.

-       Rilassamento mentale : L’utilizzo di alcune tecniche di rilassamento può influenzare positivamente i livelli ormonali, non ultimi quelli del cortisolo, il cosidetto “ormone dello stress”.

Questi 4 punti che sono fondamentali per la Dieta a Zona e contribuisce ha migliorare l’aspetto fisico diminuisce il grasso e aumenta la massamagra.

 

Massamagra zona, dieta a zona menù, dieta zona e lo sport, dieta dimagrante, dieta a zona gratis online

Vuoi fare una dieta dimagrante? Ecco cosa ti aspetta!!! Con la Dieta a Zona mangi di più e guadagni salute

Dieta Zona e lo sport

Il numero ottimale di blocchi giornalieri viene stabilito secondo la propria corporatura e il tipo di attività fisica SPORT e lavorativa che si svolge. La “corporatura” è costituita dalla “massa Magra”, vale a dire che dal peso corporeo totale va sottratto il peso del grasso presente.

Ecco qualche sommaria indicazione dei blocchi giornalieri DIETA a ZONA e della loro suddivisione nell’arco della giornata, per un uomo e per una donna che fanno SPORT

 

-       11 blocchi Dieta a Zona, per una donna sedentaria * 2 blocchi nella prima colazione, *3 a pranzo, *4 a cena, più due spuntini da un blocco l’uno;

-       12 blocchi, per una donna mediamente attiva * 2 blocchi nella prima colazione, *4 a pranzo, *4 a cena, più due spuntini da un blocco l’uno;

-       14 blocchi Dieta a Zona, per una donna mediamente attiva + attività fisica SPORT * 3 blocchi nella prima colazione, *5 a pranzo, *4 a cena, più due spuntini da un blocco l’uno;

-       13 blocchi, per un uomo sedentario * 3 blocchi nella prima colazione, *4 a pranzo, *4 a cena, più due spuntini da un blocco l’uno;

-       15 blocchi Dieta a Zona, per un uomo mediamente attivo * 3 blocchi nella prima colazione, *5 a pranzo, *4 a cena, due spuntini da un blocco a metà mattina e metà pomeriggio e uno spuntino da un blocco dopo cena.

-       18 blocchi Dieta a Zona, per un uomo mediamente attivo + attività fisica SPORT * 3 blocchi nella prima colazione, *5 a pranzo, *5 a cena, due spuntini da un blocco a metà mattina e altri 2 blocchi metà pomeriggio e uno spuntino da 1 blocco dopo cena.

-

Per conoscere con precisione il numero dei tuoi blocchi giornalieri, Ti consiglio di rivolgerTi a uno specialista…Le mie sono solo esperienze personali ;)

Dieta a Zona Personalizzata Gratis

Alimentazione dell’anziano

La Dieta a Zona si diffonde, si evolve, e pur restando fedele a se stessa suggerisce nuove preziose indicazioni a chi vuole dimagrire, combattere l’invecchiamento e restare in salute.

Diventa quindi necessaria per l’anziano sistemare la sua alimentazione…

Le ultime ricerche scientifiche, oltre a confermare la validità di questa strategia alimentare seguita da milioni di persone, ci dicono che gran parte del benessere che offre è dovuto ai POLIFENOLI (Che cosa sono i polifenoli ? Clicca qui)

Contenuti in verdura e frutta – I CARBOIDRATI COLORATI – che la Dieta a Zona predilige, hanno un’importantissima funzione protettiva nei confronti del nostro intestino, del tuo intestino..

Quindi se sei anziano e vuoi “vivere da leone” chiedi al tuo medico di poter fare un’alimentazione a zona e utilizza ENERZONA OMEGA 3 RX e ENERZONA MAQUI (questi due integratori ti garantiranno benessere perché eliminerai l’infiammazione silente e aiuteranno il tuo organismo a lottare contro  le “forze del male” ;)

 

Dieta Giusta

Al contrario di quanto qualcuno vuol farti credere, non esistono ricette magiche nel campo della nutrizione. L’eliminazione di una categoria di alimenti (come i grassi o i carboidrati) dalla dieta, o l’aggiunta di un integratore hanno un effetto a lungo termine trascurabile, se non addirittura inesistente, sulla riduzione dell’infiammazione cellulare: ciò è dovuto  al fatto che le sue basi molecolari sono estremamente complesse.

Le sostanze nutritive presenti nella Dieta Giusta possono, tuttavia, generare una potente “sinfonia” di risposte ormonali e genetiche diverse: ecco perché è necessario attaccare l’infiammazione da molte angolazioni diverse, ognuna a un certo livello di intervento alimentare terapeutico. Questi sono i principi fondamentali della Dieta a Zona.

 

Dieta a zona Personalizzata Gratis, Dieta Giusta, Fare una dieta equilibrata, Miglior Dieta per Dimagrire, alimentazione dell'anziano

La dieta a Zona è una strategia alimentare che fà perdere peso, blocca l’invecchiamento psicofisico e ci fà sentire pieni di energia e lucidità.

Fare una Dieta equilibrata

Se pensi all’infiammazione cellulare come a una forma di cancro, ti rendi conto di quanto sia insidiosa. Lo scopo fondamentale della Dieta a Zona e quindi di questa dieta equilibrata, è mantenere gli ormoni infiammatori generati dalla dieta entro una zona terapeutica, a un livello né troppo alto né troppo basso.

Un certo grado di infiammazione cellulare è necessario per riuscire a combattere infezioni o per cicatrizzare ferite. Se è troppo basso, siete un bersaglio facile in caso di attacco di virus o batteri, e un’eventuale lesione non cicatrizza mai. Se l’infiammazione cellulare, invece, è eccessiva, il corpo inizia ad attaccare se stesso.

Bisogna dunque mantenerla all’interno di una “zona”. Se riesci a tenere sotto controllo gli ormoni infiammatori fra un pasto e l’altro della tua dieta Equilibrata Zona, il corpo risponderà naturalmente al miglior equilibrio ormonale con la perdita di grasso corporeo in eccesso, una migliore salute e un rallentamento del processo di invecchiamento.

 

Miglior Dieta Per Dimagrire

Ognuno degli elementi  della Dieta a Zona agisce a un diverso livello.

Questa strategia alimentare mantiene in equilibrio gli ormoni che controllano la glicemia e di conseguenza, l’infiammazione cellulare.

Per questo motivo “la Dieta a Zona” è sempre la base da seguire per avere risultati positivi a lungo termine e finalmente dimagrire bene!!!

Un giusto apporto di proteine a ogni pasto permette di tenere a bada la fame.

Dal punto di vista biochimico si tratta di un fenomeno complesso, è necessaria una certa quantità di proteine per stimolare, sia nel sangue sia nell’intestino, la produzione di ormoni in grado di inviare al cervello i giusti segnali che ci danno il senso di sazietà e che ci fanno smettere di mangiare. Tuttavia, bisogna che la quantità di proteine sia bilanciata dalla quota di carboidrati necessari a una funzionalità cerebrale ottimale. Se in un pasto assumi troppi carboidrati, aumenta l’ormone insulina che ti fa ingrassare e rimanere grasso, oltre che accelerare il processo di invecchiamento, se i carboidrati sono pochi il cervello farà trasformare dal cortisolo i muscoli in energia con un conseguente aumento dello stress che non ti farà ingrassare ma ti farà invecchiare sempre velocemente.

La Dieta a Zona permette di avere il giusto compromesso ormonale grazie al rapporto 40:30:30.

La Dieta a Zona paleolitica esiste? Certo e si chiama PaleoZona!

La Dieta a Zona paleolitica esiste? Certo e si chiama PaleoZona!

TEMPO DI LETTURA : 59 secondi

Si la Dieta a Zona in versione paleo esiste e si chiama PaleoZona, il rapporto dei nutrienti è lo stesso ma si utlizzano solo alimenti che possono assomigliare il più possibile a quelli usati dai nostri antenati.

Dieta a zona paleo zona

La dieta a zona paleolitica si chiama PaleoZona

Di certo molti di noi non mangieranno insetti, larvi e carcasse di animali appena uccisi ma si cerca il più possibile di mangiare Carne, Pesce, uova, Frutta e verdura evitando tutti gli alimenti che contengono cereali e cereali lavorati, latte e tutti i derivati del latte.

La Dieta a Zona e quindi la PaleoZona è secondo il mio parere la migliore dieta che un essere umano può fare, la dieta a zona di suo fornisce il rapporto ottimale di alimenti, creando un carburante molto potente capace di far dimagrire, migliorare il tono muscolare, supportare gli impegni di qualunque persona vivente e al tempo stesso migliora lo stato di salute.

La dieta a zona grazie al suo rapporto miracoloso, resetta l’organismo e fà funzionare gli ormoni secondo la loro “impostazione di fabbrica”.

Regolando l’equilibrio di importanti ormoni quali per esempio l’insulina e cortisolo (ormoni che ci fanno ingrassare), Testosterone e GH (ormoni che ci fanno dimagrire) la Dieta a Zona permette di dimagrire (fissando i risultati) migliorando il tono muscolare e la salute.

Leggi l’articolo che ho scritto sull’azione dell’Omega 3RX Enerzona. CLICCA QUI

Acquista il mio ebook “Come Avere un Fisico Perfetto” Compresi nei bonus anche il Video “Come Si Mangia” #comesimangia di 55 minuti dove ti parlo della Dieta a Zona in versione Paleo PALEOZONA. GUARDA IL VIDEO BREVE DI 5 MINUTI (IN ALTO A DESTRA)

 

Dieta a Zona Gratis

Dieta a Zona Giornaliera

Seguire la Dieta a Zona Giornaliera significa osservare cinque facili regole:

1 – Nella Dieta a Zona Giornaliera si devono suddividere gli alimenti in tre pasti principali e in due o tre spuntini;

2 – Nella Dieta a Zona Giornaliera non devono trascorrere più di cinque ore tra un pasto e l’altro;

3 – Nella Dieta a Zona Giornaliera in ogni pasto e spuntino, si devono assumere carboidrati, proteine e grassi secondo le proporzioni 40-30-30 ossia 40% delle calorie sotto forma di carboidrati, 30% sottoforma di proteine e 30% sottoforma di grassi;

4 – Nella Dieta a Zona Giornaliera in ogni pasto non si deve eccedere con le quantità delle porzioni;

5 – Nella Dieta a Zona Giornaliera devi mangiare molta verdura (tranne patate, barbabietole e carote cotte) e una buona quantità di frutta (tranne banane, fichi e cachi), preferendo questa scelta ai carboidrati di rapida assimilazione (patate, riso, pane, dolci, zucchero, bevande dolci eccetera).

Dieta a zona di berry sears, dieta a zona esempio blocchi, dieta a zona effetti collaterali, Dieta a Zona Personalizzata Gratis, Dieta a Zona Giornaliera

Questo è quello che puoi mangiare in una giornata di dieta ipocalorica con carboidrati sfarevoli… Come vedi “la fame” :) Inizia anche tu la Dieta a Zona 40-30-30 di Berry Sears

Dieta a Zona Personalizzata Gratis

Avere una Dieta Zona Personalizzata Gratis è semplice grazie a questo blog.

Ti voglio dare dei consigli per capire sempre di più il meccanismo di questo stile di vita Dieta a Zona.

-       Nella Dieta a Zona 40:30:30 è bene condire con olio extravergine d’oliva

-       Creare la tua Dieta a Zona personalizzata gratis è semplice e non preoccuparti se all’inizio sbagli o trasgredisci perché i benefici non li perdi, ma è importante ricominciare a mangiare secondo la Dieta a Zona dal pasto o dallo spuntino successivo.

-       Come in ogni dieta anche nella Dieta a Zona devi bere molta acqua durante la giornata (almeno 2 litri in totale): è buona abitudine e serve a garantire il tuo benessere fisiologico.

-       L’uso del caffè và limitato (almeno in parte, bevi piuttosto il decaffeinato o il caffè d’orzo);

-       Devi fare attività fisica regolarmente, tenendo conto che non tutti i tipi di attività sono uguali: notevolmente più efficaci sono le attività di tipo aerobico, quelle, insomma ad intensità costante e protratte, come camminare a buon passo, pedalare, correre, nuotare e così via;

-       Nella Dieta a Zona 40:30:30 di Berry Sears è bene assumere con regolarità la quota giornaliera di EnerZona Omega 3 RX (che puoi acquistare nel mio negozio ad un prezzo scontatissimo CLICCA QUI )

COMPRA ENERZONA OMEGA 3 RX 240PERLE ONLINE

 

Dieta a Zona Effetti Collaterali

Ad oggi non ci sono controindicazioni e nemmeno effetti collaterali nel seguire la Dieta a Zona

La Dieta a Zona 40:30:30 è una strategia alimentare ideata dal ricercatore statunitense Barry Sears, consente al tuo organismo di funzionare al meglio delle sue possibilità. La Dieta a Zona è una strategia che regala energia, lucidità, efficienza fisica e mentale: tutte condizioni che possono essere compromesse da un’alimentazione sbagliata. Seguire la Dieta a Zona vuol dire mangiare correttamente sentendosi in forma e sazi ed è gratis, non ti costa nulla di più devi solo conoscere il suo funzionamento e in questo mio blog capirai come iniziarla…

L’alimentazione è un tema sul quale oggi si discute molto. I problemi nutrizionali nascono da un consumo di alimenti spesso indiscriminato ed eccessivo, oppure dall’abitudine di preferire quasi quotidianamente cibi che fanno parte di una cultura alimentare antiquata, non allineata alle recenti conoscenze e alle effettive necessità.

 

Dieta a Zona esempio Blocchi

Come stabilire la quantità di Carboidrati, di Proteine e di Grassi di un pasto nella Dieta a Zona?

Ecco l’esempio dei Blocchi nella Dieta a Zona e che cosa sono..

Per facilitare la corretta associazione dei cibi in ciascun pasto e la loro giusta quantità, la Dieta a Zona propone due semplici metodi.

-       Il metodo dei Blocchi

-       Il metodo “a occhio”

In questo articolo ti parlerò del metodo più preciso che utilizza come unita di misura il Blocco che, come già detto, è composto da 9gr di carboidrati (o miniblocco di carboidrati) 7gr di proteine (o miniblocco di proteine) e 3gr di grassi (o miniblocco di grassi).

Un miniblocco di CARBOIDRATI nella Dieta a Zona = 9 grammi di carboidrati, per esempio, è pari a :

FRUTTA : circa 100grammi di Kiwi, arancie, ciliegie, melone, pere o pesche; 130gr di albicocche.

VERDURA : 200grammi di asparagi, cavolo, peperoni o pomodori; 300gr di broccoli o di melanzane; quantità anche superiori di carciofi, fagiolini, finocchi, lattuga, sedano, zucchine;

PANE E DERIVATI : in questo caso si scende molto di grammatura, ad esempio un miniblocco di pane è pari a 15grammi (20gr se è integrale), a 12gr di pasta o di riso (peso secco)a 10gr di cracker, grissini o fette biscottate…Insomma non mangi niente ecco perché sono considerati “carboidrati sfavorevoli

Un miniblocco di PROTEINE nella Dieta a Zona = 7 grammi di proteine, per esempio, è pari a :

CARNE e DERIVATI : 35grammi di vitello o di manzo (tagli magri), 30grammi di petto di pollo, 30grammi di prosciutto cotto sgrassato o 20grammi di bresaola;

PESCE : 40g di branzino, 30 grammi di tonno sgocciolato, di merluzzo o di sogliola, 50g di gamberetti o di trota o 45grammi di pesce spada;

FORMAGGI: 80grammi di ricotta vaccina, 20 grammi di grana, 35grammi di mozzarella o 40grammi di stracchino.

Un miniblocco di GRASSI nella Dieta a Zona = 3 grammi di grassi, per esempio, è pari a : 1,5gr di olio extravergine di oliva, a 3 olive o a 3 mandorle o a 3 nocciole.

termini ricercati dagli utenti:

Dieta a Zona come Calcolare i Blocchi Gratis

Calcolo del numero dei blocchi giornalieri

VISITA IL MIO SITO PER ACQUISTARE I PRODOTTI ENERZONA SCONTATI WWW.WELLFITENERGYSHOP.IT

La dieta a zona 40-30-30 di barry sears è una strategia alimentare capace di farti perdere grasso e quindi peso.

La dieta a zona funziona e grazie al suo equilibrio contribuisce al miglioramento del tuo stato fisiologico e ormonale.

Come calcolare la massa magra e il numero dei blocchi giornalieri

Si può calcolare la massa magra in vari modi.

Con la plicometria, il più comune, oppure usando la bilancia impedenziometrica, che tuttavia non è attendibile, oppure con la pesata idrostatica o la bioimpedenza, che sono metodi più accurati usati in laboratorio.

Il metodo proposto qui è molto semplice e alla portata di tutti, anche di coloro che non hanno a disposizione particolari apparecchiature.

È una tecnica che consente di conoscere in modo sufficientemente valido i parametri che interessano per l’applicazione della Zona. Servono una normale bilancia e un metro da sarto.

ORA SCARICA L’EBOOK CON LE TABELLE E LA SPIEGAZIONE APPROFONDITA (CLICCA QUI) MA POI TORNA QUI ;)

Dopo essersi spogliati, si effettuano le misurazioni a contatto con la pelle e senza stringere. Per limitare la possibilità di errore, è meglio ripetere l’operazione per tre volte e calcolare la media delle misure rilevate.

Una volta conosciuta la massa magra, si può arrivare a conoscere il numero dei blocchi giornalieri attraverso il calcolo del fabbisogno proteico che dipende da:

–      massa magra

–      indice di attività fisica

L’indice è più o meno elevato in base all’intensità della propria attività fisica. Secondo il grado di attività vi è un maggior fabbisogno di proteine per “nutrire” in maniera ottimale i muscoli.

Calcolo blocchi dieta a zona barry sears

Per calcolare il proprio fabbisogno giornaliero di proteine è sufficiente moltiplicare tra di loro la massa magra e l’indice di attività.

A questo punto, per calcolare il proprio fabbisogno giornaliero di proteine è sufficiente moltiplicare tra di loro la massa magra e l’indice di attività.

Tornando agli esempi precedenti

Per la donna con una massa magra di 44,37 kg Indice di attività = 1.5 (Lavoro + Fitness)

Dieta a zona blocchi calcolo

Il numero Minimo di Blocchi per la dieta a zona nella Donna è di 11 giornalieri.

* Il minimo per una donna è di 11 blocchi per giorno.

Per l’uomo con una massa magra di 57,97 kg Indice di attività = 3 allenamenti settimanali 1.7

Al numero di blocchi di proteine, si deve abbinare lo stesso numero di blocchi di carboidrati e grassi, che vanno distribuiti nei vari pasti nell’arco della giornata.

 

11 BLOCCHI suddivisi così:

2 alla prima colazione – 1 per lo spuntino – 3 per pranzo – 1 per lo spuntino – 3 per cena – 1 per lo spuntino.

 

14 BLOCCHI suddivisi così:

3 alla prima colazione – 1 per lo spuntino – 4 per pranzo – 1 per lo spuntino – 4 per cena – 1 per lo spuntino.

termini ricercati dagli utenti: